lunedì 22 gennaio 2018

Lavori di ...

Lavori di taglio della vegetazione cresciuta nel letto di vari corsi d' acqua della Lunigiana vengono saltuariamente effettuati in prossimità dei ponti dall' Autorità pubblica competente. Lo scopo è quello di rendere più scorrevole l' acqua, in particolare durante le piene, ed evitare l' ostruzione di ponti e cavalcavia. Opera necessaria che andrebbe realizzata lungo tutto il corso dei fiumi, torrenti, canali e fossi presenti sul territorio.


A monte e a valle del "Ponte" sulla provinciale 38 di Succisa



sabato 20 gennaio 2018

Quando il calcio ...

Ormai gli appassionati di calcio si erano abituati a vedere le partite quasi tutti i giorni della settimana; tribolavano per la pausa estiva e quella natalizia, ma ritrovarsi senza neppure una partita addirittura a gennaio non se lo sarebbero mai aspettato. C' è chi smaneggia sui vari telecomandi alla ricerca disperata di qualche partitella e chi se ne frega altamente; c' è chi prova un po' di dispiacere, ma solo poco poco, e chi se la ride alla grande. C' è anche chi ironizza che "prendersela per della gente che corre dietro un pallone beccandosi fior di milioni quando molti faticano a mettere in tavola da mangiare è proprio da gran coglioni" ... e chi sostiene candidamente che "almeno seguendo la propria squadra, quando vince ci si esalta e quando perde si sfoga un po' la rabbia".

Le foto che seguono vi mostrano dei veri campioni partecipanti a un torneo estivo di calcio in un campo del nostro Appennino. (Qualche decennio fa)





giovedì 18 gennaio 2018

Lavori d' altezza

Potare, cimare o abbattere una pianta molto alta e diventata pericolosa per la sicurezza delle linee elettriche e telefoniche, ma soprattutto per le case e chi vi abita è una necessità non procrastinabile. Mettere in atto questo lavoro richiede grande competenza e coraggio. Chi soffre di vertigini è meglio che non lo prenda neppure in considerazione.





mercoledì 17 gennaio 2018

Per Sant' Antonio Abate

La ricorrenza di Sant' Antonio Abate (ogni 17 gennaio, come oggi), protettore degli animali domestici e dei contadini, anacoreta e grande taumaturgo, viene ancora celebrata con cerimonie liturgiche e la benedizione degli animali e delle stalle. Nei nostri luoghi montani, dove ormai gli animali sono pochi così come i parroci, i proprietari di vacche, cavalli e qualche pecora, ma anche di cani e di gatti portano le loro bestie nella piazza principale, spesso il piazzale della chiesa, per la rituale benedizione. Ma fino a trenta - quaranta anni fa era lo stesso sacerdote che si recava nei paesi e nei casolari a benedire le varie stalle che erano ancora numerose.

 Nicchia di S. Antonio Abate nella chiesa di Succisa

Pulizia e sistemazione fiori

lunedì 15 gennaio 2018

Da una foto all' altra

Costretto (... quasi) a "stare un po' riguardato", ma spero ancora per poco, tra le altre cose che cerco o sono obbligato a fare confondo il tempo a scorrere le numerose foto datemi da tanti amici che ancora una volta ringrazio e che gelosamente custodisco nel mio archivio.









sabato 13 gennaio 2018

Oggi non ho ...

Oggi non ho cose di particolare curiosità e interesse locale da riferire perché un malanno altalenante che mi trascino da qualche tempo ora mi costringe a stare in casa. Voi capite che per uno come me, abituato a muoversi molto all' esterno, è decisamente poco confortante. Però ...
Se volete, invece, sapere com' è stato il tempo oggi, posso dirvi che ha prevalso il sereno, ma la temperatura nelle varie ore del giono è stata sempre piuttosto bassa. Così mi viene detto anche da altri del paese.
Tra poco, invece, una parte di Pontremoli sarà riscaldata dal Falò di Sant' Ilario al quale è dedicato un bell' oratorio nei pressi del castello del Piagnaro.

giovedì 11 gennaio 2018

Il nostro Appennino

Mi piace presentarvi qualche foto di zone del nostro Appennino dalla parte pontremolese. Viste da una certa altitudine, seppure con condizioni climatiche altalenanti tra pochi sprazzi di sereno, nebbia e rischio di pioggia, le nostre terre sono sempre estremamente affascinanti.





Cippi delimitanti un' area mineraria utilizzata nel passato.


Succisa in una foto di poco tempo indietro,
vista dalla zona del Badalucco.

Fontana di Preda