mercoledì 31 ottobre 2012

Forti raffiche ...

Neve, pioggia e forti raffiche di vento stanno colpendo il nostro Appennino. Muoversi sulle strade richiede molta prudenza. Parecchie sono le piante che ancora appesantite dalle foglie e radicate su terreni resi molli dalla pioggia sono state spezzate o divelte dal vento.


martedì 30 ottobre 2012

Per il passaggio di Sandy

Per il passaggio devastante di Sandy in stati e città americane, in particolare New York, hanno trepidato e ancora trepidano molte persone del nostro Appennino che hanno in quella parte del mondo famigliari e amici. A tutti loro, (e in modo speciale a quelli personali), va la nostra solidarietà, il nostro affetto e il migliore augurio.

lunedì 29 ottobre 2012

Sulla strada del Bratello

Questa mattina il mio viaggiare si è spostato dalla strada della Cisa a quella del Bratello. Superato Mantemese, il 'monte in mezzo' fra la valle del Magriola e la valle del Verde, ho fatto delle foto di cui ve ne mostro alcune.

Sulla destra, innevata, la catena dell'Orsaro e Logarghena; sul fondo, anch'esse innevate, la Alpi Apuane.
Dal bivio della Fusa in direzione ovest.
Periferia di Grondola di cui è visibile il campanile; centrale: Prà del prete, antistante la Cervara.
Lato sud di Bratto e, sotto, lato ovest.
Crinale di confine, tra il passo del Bratello e il Molinatico (a destra).
Dopo il Passo verso La Valdena e Borgotaro.
Cielo di confine (con aereo).

domenica 28 ottobre 2012

Foto inusuali

Foto inusuali per questi giorni, ma proprio per questo ancora più interessanti e da conservare sono quelle che vi mostrano qualcosa del nostro Appennino nella giornata di oggi. Sono tutte foto scattate dalla strada statale 62 della Cisa oggi pomeriggio.
La riconoscerete di sicuro ...
Sul passo del Righeto
Nei pressi della casa cantoniera della Cisa
  Nei pressi di La "Locanda degli aceri"
 Il monte Giogallo ricoperto di neve e di nubi
La valle del Magriola
Montelungo
Banchi di nebbia sulla valle del Magriola


Spruzzata di neve

La prima spruzzata di neve è comparsa sul nostro Appennino; sui paesi che lo contornano a quote più basse cade una pioggia sottile.

sabato 27 ottobre 2012

Sul Passo della Cisa

Sul Passo della Cisa è transitata tanta storia d'Italia ... e anche in questi giorni passati sono transitati (... e ci si sono fermati) moltissimi visitatori delle nostre contrade provenienti dal Nord d'Italia e d'Europa e dal Centro- Sud. Voglio mostrarvi un ensemble di un mio libro e di un puzle di cui una cara persona, la prof. Anna Aita, mi ha fatto dono. L'immagine è leggermente sfocata, ma mi perdonerete.
Prendo l'occasione per dire ai cari lettori e amici del mio blog che essendo andato esaurito il volume "Il Passo della Cisa e la sua strada (Incontro con la storia) ", e vista la richiesta, ci sarà, in tempi compatibilmente brevi, una ristampa aggiornata del libro.


venerdì 26 ottobre 2012

Forti acquazzoni

Forti acquazzoni alternati a pause benefiche stanno caratterizzando il tempo di oggi. Con quello che accadde un anno fa è comprensibile lo stato di ansia e di apprensione della popolazione del nostro Appennino.

giovedì 25 ottobre 2012

Perché la memoria viva

A un anno di distanza dalla disastrosa e tragica alluvione che colpì la nostra terra di Lunigiana e la Liguria a noi così vicina, ad un' ora in cui le comunicazioni erano sospese con angoscia di tutti, ripropongo alcune foto dell'evento ad Aulla, scattate quando appena dopo fu possibile.


Retroattività ...

I decreti,(in seguito leggi) retroattivi sono la chiara espressione di una volontà predatoria.
Ricordate la celebre favola di Fedro "Il lupo e l' agnello" che cito a memoria scusandomi per eventuali inesattezze strettamente linguistiche?
Un lupo e un agnello si ritrovarono a bere sullo stesso ruscello. "Superior stabat lupus, longeque inferior agnus ". (Di sopra stava il lupo, di gran lunga sotto l'agnello). Eppure il lupo accusava l'agnello di intobidirgli l'acqua ... e di avere sparlato di lui addirittura sei mesi prima. Alla risposta dell'agnello di non essere in quel periodo ancora nato, il lupo disse : "Pater hercle tuus ... male dixit mihi". ( Tuo padre in verità parlò male di me).
Come andò a finire lo sapete ... o lo potete immaginare.
Una grande verità la conclusione di Fedro:
"Haec propter illos scripta est homines fabula, qui fictis causis innocentes opprimunt". (Questa favola è stata scritta per quegli uomini che opprimono gli innocenti con finti pretesti).
Grande verità millenaria!

mercoledì 24 ottobre 2012

Al mercato

Al mercato del mercoledì, dove arrivano cittadini del borgo e cittadini delle frazioni, ci si può fare l'idea sufficientemente reale dei pensieri che attraversano la gente. Così, se in un primo momento i discorsi vertono sulla stagione dei funghi che sta giungendo a conclusione o sul tempo che è annunciato in cambiamento con l'inevitabile ricordo dell'alluvione del 25 ottobre di un anno fa, poi vanno a finire sulla crisi così come "la lingua batte sul dente che duole". Appare evidente un pessimismo latente misto di rassegnazione, disillusione e rabbia. I più si sentono "raggirati ... defrodati ... derubati ... ingannati ... impoveriti ... immiseriti nei risparmi e nei diritti ...". 
"Occorrerà vigilare ... stare attenti ... se non ci si vorrà trovare come succede nei pollai quando c'è poco da mangiare; i polli prepotenti dominano sugli altri ormai stremati ... anche se alla lunga fanno la stessa fine". (Riflessione di un paesano montanaro avanti negli anni).

martedì 23 ottobre 2012

Foto uniche

Perché uniche? Perchè ritengo improbabile mettere insieme tanti elementi naturali come quelli di stamattina.

Avete capito dove siamo? Dalle foto non è facile.
Lo capirete dopo. Intanto guardate queste foto del posto ... che molti ormai riconosceranno.
Dal "Pian ... al Prato ..." , dovrebbe essere chiaro.
Veduta nord-est; veduta sud-est e veduta nord (sotto).
A mezzogiorno il giusto riposo.

Verso casa ... in questa giornata che marca i segni dell'autunno, dico grazie a tutti gli affezionati amici del blog ... e uno speciale con affettuosi saluti agli illustri commentatori dei post.