mercoledì 30 aprile 2014

A difesa del castagno

A difesa del castagno, il secolare albero del pane del nostro Appennino, si stanno muovendo ricercatori, produttori e amanti dei boschi e della natura.
Domani metteremo in atto i famosi lanci di Torymus sinensis che si è dimostrato il più efficace antidoto del Cinipide galligeno. Oggi eravamo non molti presso gli uffici del secondo municipio di Calice al Cornoviglio,in Val di Vara (provincia di La Spezia), a prendere con i dovuti accorgimenti i contenitori del Torymus.
Ovviamente speriamo che questo intervento di difesa abbia successo e che anche altri si diano da fare.




martedì 29 aprile 2014

Un invito

Riprendendo le nostre semplici cronache appenniniche, posso dirvi ch al contrario di quello che era previsto dal punto di vista climatico, quella di oggi è stata complessivamente una buona giornata.
Domani alcuni di noi della Coop Giogallo e  Apicoltori di Succisa andremo a prelevare
 "i lanci" che abbiamo preventivamente ordinato e acquistato dall' Università di Torino del Torymus synensis, antagonista del Cinipide Galligeno, la vespa cinese che sta devastando gli estesissimi,e consentitemi di dire storici e unici, boschi di castagno del nostro Appennino.  Daremo inizio a una lotta che speriamo e crediamo di poter vincere ... e invitiamo le associazioni e i consorzi del territorio, ma anche i privati, a prendere consapevolezza della serietà del problema e ad agire in modo coordinato per una sua decisa soluzione. Già molte persone, in proprio o come gruppi, stanno manifestando la loro adesione.
Per maggiore informazione vi dirò che l' incontro con gli esperti dell' Università di Torino avverrà a Calice al Cornoviglio (provincia di La Spezia), che ha fatto parte per lungo tempo del Circondario di Pontremoli.
Difendere e tutelare il castagno dev'essere per noi un dovere morale o, se volete. una missione.

lunedì 28 aprile 2014

Questa sera ...

Questa sera ... non ho grandi (per modo di dire) notizie da comunicarvi, anche se ... diverse cose sono accadute come sempre nella nostra quotidianità e tante volte meriterebbero sicuramente maggiore attenzione. Ogni giorno è diverso dagli altri. Ce n' avete fatto caso? Se non l' avete mai fatto fermatevi un momento, un attimo solo ... e tra le diverse sfumature di ciò che vi contorna scoprirete ogni volta tante piccole cose nuove.
E va bene, allora questa sera vi dirò soltanto che è piovigginato tutto il giorno e che non potendo fare nulla nei campi ho trovato il tempo per "limare" pensieri, espressioni, immagini di "alcune cose" che vedranno  abbastanza presto la luce editoriale.
Intanto voglio ringraziare i tanti visitatori del blog e chi fa commenti ai post perché mi sono di stimolo (più o meno inconscio) a proseguire questo lavoro di  cronaca del territorio e personale.

domenica 27 aprile 2014

Festa di Santa Zita

Vi mostro alcune foto che si riferiscono alla celebrazione della Festa di Santa Zita a Succisa di Pontremoli in una giornata piovosa.

Seconda Messa nella Casa paterna di Santa Zita alla Colla di Succisa.
Santa Messa Solenne
Immagini vespertine

Coro e Mercatino

sabato 26 aprile 2014

Fiera dei fiori

A Pontremoli è in atto il Bancarelfiore, ossia la Fiera dei fiori che si svolge nell' ultimo week end di aprile. Vi mostro alcune immagini di questa mattina quando l' afflusso di visitatori cresceva a vista d' occhio.
Ne seguiranno altre.





venerdì 25 aprile 2014

Santa e Fiera dei fiori.

Domenica ricorre la festa di Santa Zita, chiamata anche con l' appellativo di Santa dei fiori con chiaro riferimento al miracolo più noto. Quest' anno per ragioni di calendario avviene l' abbinamento con la Fiera dei fiori, che inizierà domani e si concluderà domenica, promossa e sostenuta dal Comune di Pontremoli e da altre importanti associazioni. Dunque, devozione e celebrazioni liturgiche a Succisa con tanti fiori, soprattutto garofani, e tante bancarelle nelle piazze e nelle vie storiche di Pontremoli. Vi terrò aggiornati anche con immagini fotografiche. Ciao

giovedì 24 aprile 2014

Acquazzone d' aprile

Nel primo pomeriggio un temporale improvviso si è abbattuto sul nostro Appennino con un acquazzone utile per le semenze dei campi e qualcuno dice anche per la nascita dei funghi. Sicuramente ha fatto bene ai prunoli, funghi molto ricercati soprattutto dai buongustai parmigiani, ma è possibile che se i giorni a seguire saranno sufficientemente caldi che si veda anche qualche porcino. Intanto per salvare i castagni dall' attacco del Cinipede galligeno la cooperativa Giogallo, supportata anche dagli apicoltori di Succisa, la settimana prossima provvederà a fare alcuni "lanci" fatti preparare e acquistati dall' Università di Torino dell' antagonista naturale, il Torymus synensis nei castagneti di Grondola, Succisa e Montelungo. Vogliamo sperare di raggiungere risultati positivi e di fare da caposcuola per altre associazioni forestali appenniniche

mercoledì 23 aprile 2014

In questi giorni

In questi giorni davvero sembra che il tempo manchi. Eppure l' alba giunge sempre un po' più presto e la notte sempre un po' più tardi. Tante cose, piccole o appena più grandi, si mescolano chiamando in causa noi stessi e gli altri quasi a sormontarsi. Sono impegni individuali o sociali, obbligati già da tempo o  sopraggiunti casualmente; attività consone alle mani e ai piedi e anche alla mente.
"Meglio così" mi ha detto mia zia che tra poco compirà 98 anni, "in questo modo la ruggine non ha il tempo di formarsi!". E tenuto conto delle sue capacità razionali e dei suoi inossidabili sentimenti ci sarebbe molto da sperare. Ma per noi non sarà così. Lei appartiene a quella categoria umana che un famoso neurologo dell'Università di Parma paragonava alle "querce secolari che erano cresciute nei Tornanti di Piantogna".

martedì 22 aprile 2014

Il territorio

Di territorio si parla in particolare quando ci si trova difronte a calamità naturali catastrofiche e spettacolari: nubifragi, esondazioni, frane ... (ora la frana di Curmayeur). Allora si discute di interventi d' emergenza, di spese enormi, di mancata prevenzione. Poi cala il silenzio fino al successivo evento, quando si torna a chiacchierare ancora di danni e di prevenzione.
Già, l' opera di prevenzione, ecco cosa manca! Ma la prima prevenzione vera, reale la fa la popolazione che abita su un territorio con la manutenzione continua, quotidiana, in difesa dei propri beni e indirettamente di quelli di tutti. Solo che per i nostri monti, le nostre colline, i nostri fiumi, per i nostri paesi e per la popolazione che ci viveva e per i coraggiosi che ancora ci vivono non s' è fatto nulla e si continua a non far nulla. Anzi!
Senza investimenti sul territorio che danno sicurezza, lavoro, occupazione a molti e un po' di reddito a chi ci vive si andrà poco lontano. Questo lo sanno ormai in parecchi.


lunedì 21 aprile 2014

Dopo Pasqua

Dopo Pasqua trascorsa all' insegna del bel tempo è arrivata Pasquetta col cielo grigio e un po' di pioggia. Forse anche per questo non si stanno verificando le lunghe file che di solito si formano a quest' ora sull' A15. Segno che il rientro è iniziato presto e quindi il traffico, sebbene intenso si mantiene scorrevole.
Le immagini che seguono si riferiscono alla Messa di Pasqua celebrata nella chiesa parrocchiale di Succisa dal parroco Don Tonino Cocchi coadiuvato dal diacono Marzio Cherbi.


giovedì 17 aprile 2014

Ancora sulla Casa della ...

Torno ancora sulla dibattuta questione della collocazione della Casa della Salute, ma soprattutto per gli amici che seguono il blog e risiedono lontano. Gli altri, quelli del posto, possono seguire la vicenda politico-sanitaria nelle pagine di cronaca locale di  vari giornali.
Dunque, al di là delle varie dissertazioni su questo importante tema, la gente comune ha capito che la diatriba che sta alimentando polemiche e fratture tra i componenti del Consiglio comunale e della Giunta è più o meno la seguente: Pontremoli ha
un bell' ospedale, di costruzione abbastanza recente, collocato a Porta Parma, con ampio parcheggio e piazzola elisoccorso, reparti con tanta disponibilità di spazi non utilizzati;
l' attuale distretto sanitario sito in via Mazzini (ex scuola elementare) dove si trovano diversi servizi di analisi e ambulatoriali;
una nuova struttura in viale Cabrini (di proprietà privata), sede della RSA.  Dove realizzare la Casa della Salute? Ecco il nodo della questione.

mercoledì 16 aprile 2014

Il verde sale ...

 Man mano che la primavera avanza il verde sale e anche i fiori. Le immagini scattate poco fa lungo la strada della Cisa, in prossimità del bivio per Cavezzana d' Antena possono darne un' idea.
P.S. - Ricordo che cliccando sulle immagini si potranno vedere ingrandite come da foto originarie.







martedì 15 aprile 2014

"La solita storia"

La solita storia, nel senso del solito copione, è quanto emerso negli scambi d' opinione su quello che si sta movendo nel panorama sociale e politico nel nostro Paese.
"E' solo una questione di ruoli, tutto dipende da chi deve fare la parte del buono e chi quella del cattivo; oppure quella del furbo e quella del coglione. Basterà invertire i ruoli e la storia continuerà a ripetersi quasi all' infinito. Tanto c' è chi resterà lupo e chi pecora ... o chi farà finta di esserlo per sua convenienza".

lunedì 14 aprile 2014

Tanto e poco

Questa sera potrei dirvi di tante cose che hanno caratterizzato la giornata odierna, ma anche del poco tempo che ho avuto per scrivere qualcosa e che anche adesso mi manca. Ci sono degli amici che mi stanno chiamando per andare a vedere insieme la partita della Juve ... e quando chiamano questi conviene non opporre resistenza. Dunque a risentirci.
"Ciao e bona ...", detto in dialetto.

domenica 13 aprile 2014

Escursione

Gli Amici Dario, Luigi e Fabrizia mi hanno sollecitato a visitare alcuni luoghi storici di cui ho parlato altre volte ma che non conoscevano direttamente. Molto volentieri li ho accompagnati per soddisfare la curiosità storica e ambientale, che anche altri provenienti da Montelungo che abbiamo incontrato casualmente al guado del Mulino di Battista dimostravano di avere.



Lo storico ponte del Madro e, sotto, la spallina del ponte antecedente, probabilmente distrutto da un' alluvione del Magriola. Dal materiale risulterebbe essere molto antico.
Antiche opere di bonifica idrogeologica.

venerdì 11 aprile 2014

Casa della Salute

Sulla Casa della Salute, ovvero sulla collocazione della struttura che il Patto Territoriale della sanità stabilisce a Pontremoli, secondo quanto riferisce la stampa locale (personalmente sono poco informato) c'è molto disaccordo sia nella maggioranza consigliare del Comune di Pontremoli, sia nell' opposizione. Ognuno porta le sue considerazioni sull' utilità di collocarla in un posto o in un altro, in un fabbricato o in un altro. "E qui casca l' asino ..." poichè da come ne parlavano alcune persone "non vorrebbero che dietro le motivazioni che vengono sbandierate come legittime e convenienti si celassero interessi non soltanto sanitari".

giovedì 10 aprile 2014

Pollina centro

Con le molteplici cose che si devono fare in questi giorni di bel tempo, non rimane molto tempo per allontanarsi da casa. Ma a 'una puntatina al centro' non bisogna mai rinunciare e, dunque, ci sono andato. Tenete conto, anche con un po' di sorriso, che il centro dista da casa mia poco più di 300 metri e che non ha grandi opere monumentali, pero'  ... ha comunque il suo fascino naturale.

Nel prato-giardino di Tino ho fotografato questi splendidi tulipani che fanno corona a un antico ulivo.


mercoledì 9 aprile 2014

Il ritorno alla terra

Saranno i cicli storici, sarà questione di DNA o di vocazione, sarà la crisi economica e occupazionale, ma molti si stanno riavvicinando ai lavori della terra. Mi dicevano alcuni responsabili delle Confederazioni agricole che ci sono molte richieste di giovani per accedere all' imprenditoria agricola e questo non può farci che piacere. E' sempre stato chiaro a tutti che la terra, a volte più benefica, a volte meno, dà sempre da mangiare a chi la coltiva con dedizione, passione e capacità. E' altrettanto chiaro come spesso si sia "fatto di tutto per sradicare le nuove generazioni dalla terra e si siano create centomila difficoltà burocratiche che hanno tolto la voglia ancor prima di cominciare a chi nella terra voleva viverci e ricavarci un reddito per sé e la famiglia. Solo le grandi imprese e lobby sono state favorite".

martedì 8 aprile 2014

Giro serale

Quando posso e il tempo lo permette prima di cena mi faccio un giro poco lontano da casa e poichè si può trovare sempre qualcosa di nuovo mi porto la macchina fotografica. Stasera ho trovato diversi paesani ancora indaffarati in qualche lavoro.