martedì 30 dicembre 2014

Immagini odierne

Per avere un' idea reale di quali siano le condizioni climatiche di questa mattina nel nostro Appennino basterà dare un' occhiata alle immagini che seguono e che si riferiscono a un' ora fa.
Aggiungo che le temperature sono molto basse e la terra è gelata.







domenica 28 dicembre 2014

Neve, freddo ...

Neve, freddo e cielo sereno hanno caratterizzato la giornata odierna. La neve, che stamattina inbiancava il nostro Appennino fino a circa 750 metri d' altitudine, col trascorrere delle ore ha alzato il livello attestandosi intorno a 850 metri. Il freddo è stato sufficientemente pungente, ma non aggressivo e comunque ben accolto da tutti. I rubinetti delle fontane all' esterno questa mattina erano completamente gelati e quelli posti all' ombra lo sono rimasti tutto il giorno.
Le previsioni parlano di forte calo delle temperature nelle prossime ore. La presenza nei paesi di molti nostri concittadini rientrati per le Feste dovrebbe evitare i danni agli impianti idrici e di riscaldamento che solitamente si ripetono al sopraggiungere di forti e intense gelate.
Ad ogni modo un po' di attenzione e di precauzione in più non guasta.
Ciao a tutti.

sabato 27 dicembre 2014

Ragazzi in "via...

Nel tardo pomeriggio di ieri un gruppo di ragazzi di Succisa ha fatto visita a diverse famiglie del paese portando allegria e tante risate. Sono stati percorsi diversi tratti di strada secondo un percorso programmato che gli stessi giovani hanno chiamato "Via Ciuchis". Le famiglie hanno accolto "i preghieranti"  con dolci, spumante e vino normale (tanto vino).
Tutto bene quel che finisce in gloria ... o seduti, soddisfatti (e anche un po' alticci, ma non si dica...), ai tavolini del bar - trattoria locale.


venerdì 26 dicembre 2014

Piccoli presepi, altre immagini

Aggiungo a quelle già postate ieri altre foto di presepi del nostro Appennino, allestiti rispettivamente da Luciano Ghelfi e Ilia Venturi.





giovedì 25 dicembre 2014

Piccoli presepi e ...

Piccoli presepi e altro nelle famiglie del nostro Appennino. Mi ero proposto di presentarvene alcuni esempi già prima di oggi, ma qualche problema di influenza stagionale me l' ha impedito. Ragione per cui solo oggi ho potuto fare qualche visita, come sempre veramente ben accolta, nei dintorni e che piano piano allargherò.
 Guidato dalla naturale attrazione della mia radice sono partito dal Costello.







Ringrazio ancora, con i più affettuosi auguri, questi splendidi componenti  della famiglie Venturi, Ferrari e Donati

martedì 23 dicembre 2014

Buon Natale

A tutti gli amici, ai visitatori abituali e occasionali del blog e alle loro famiglie giungano i migliori e sinceri  auguri di  

BUON NATALE

Chiesa parrocchiale di Succisa

domenica 21 dicembre 2014

Serali domenicali

Cominciamo dallo sport, con il Vallicisa che nella partita esterna a Firenze ha vinto col risultato di 2 a 1. Andata in svantaggio nel primo tempo, la nostra squadra non solo ha rimontato il gol subito con una bella rete di Imperatore, ma nel secondo tempo ha dettato il gioco con un goal di Lenzoli e altri tiri respinti dal palo e dalla traversa. Grande la soddisfazione di tutti e in particolare del presidente Ferrari. Il bomber degli scorsi campionati, Martini, ripreso dalla squadra vallicisana proprio in questi giorni, rientrerà in gioco dalla prossima partita. Tanti auguri dalla tifoseria "storica"!
Il tempo continua a essere bello, senza freddo. Pensate che sulle vette del nostro Appennino non c' è neanche un cm di neve e questo rende pensierosi i contadini più vecchi.
Mano a mano che ci si avvicina al Natale si vedono comparire un po' più di luci ...

venerdì 19 dicembre 2014

Curiosità dialettali

Se non siete troppo presi dagli impegni e dagli acquisti dei regali natalizi potete dare un occhiata e anche ascolto a un breve esempio di dialetto di Succisa Pollina. Dico Succisa Pollina poiché come sanno i compaesani alcune parole sono scritte e pronunciate in modo differente nelle sue 5 frazioni. Se lo volete, potete cliccare il mio nome e cognome su un motore di ricerca e /o aggiungere bulgnais e vi raccorderete con l' interessante lavoro compiuto dal noto dialettologo Daniele Vitali.

giovedì 18 dicembre 2014

Sui monti

Per alcune necessità boschive e approfittando di una giornata di bel tempo sono risalito sui monti. Credevo di essere l' unico e invece ho incontrato due altre persone intente a fare legna. Ho fatto alcune foto che dovrebbero consentire ai frequentatori abituali dei nostri luoghi di capire dove mi trovavo in quel momento.






mercoledì 17 dicembre 2014

Promesse e previsioni

Come sempre anche quest' anno con l' avvicinarsi della sua fine e l' inizio dell' anno nuovo, non mancano le promesse di fare meglio e le previsioni che l' anno che sta per venire sarà senza ombra di dubbio migliore di quello che sta per finire.
Le promesse costituiscono in particolare il punto di forza di politici e politicanti da secula seculorum. Se poi si è alla vigilia di qualche tornata elettorale le promesse si sprecano proprio. Credo che tutti sappiate la storia di quel politico che promettendo a coloro che lo stavano ascoltando che avrebbe fatto tantissime opere e anche i ponti, sentendosi dire che in quel luogo non c' era neppure un fiume, non ebbe alcuna titubanza a garantire che avrebbe fatto anche il fiume.
Quindi non ci si meravigli se anche al giorno d'oggi pare esserci una gara a chi le spara più grosse.
Di previsioni siamo bombardati tutti i giorni da una marea di esperti o sedicenti tali. Chissà quante ne avete sentite e continuerete a sentirne! Erano veritiere? Saranno veritiere? Solo alla verifica dei fatti si vedono poi i risultati forniti dal tempo che è galantuomo. Allora ... ...
Lo sapete quanti anni sono che si fanno le previsioni sulla crescita economica? Quanti ne sono stati azzeccati?
Anche qui non c' è da stupirsi più di tanto. C' è chi vende il pane, chi il vino, chi le scarpe, chi le auto, ... c' è anche chi vende previsioni ... e per vendere si capisce che qualcosa di positivo debba pur dire!
Ricordate il "Dialogo di un venditore di almanacchi e di un passeggere" di G. Leopardi? Se non lo ricordate, andate a rileggerlo e sarete ampiamente illuminati.

martedì 16 dicembre 2014

Una poesia

Gli eventi di questi giorni e di queste ore mi hanno spinto a inserire nel post un pensiero dettato dal cuore, di cui vi faccio partecipi.

Follia

Il mondo è impazzito,
col male che entra
in ogni cosa
fin dentro
l’essenza vitale
a portare la morte.
Anche il dolore
soccombe
all’offesa innocente
di giovani fiori;
e il pianto
impotente dei cari
o la rabbia del cuore
pervade la gente.
A noi
da sempre legati
a quel filo scolare …
solo il silenzio
e la  muta preghiera
rimane.



Inedita in POESIE SELEZIONE di Gino Monacchia - Tutti i diritti riservati

lunedì 15 dicembre 2014

Sarà vera gloria?

Sarà vera gloria ... o "piuttosto vanagloria" quella che si avrà se sarà accolta la richiesta solennemente annunciata dal Premier di candidare Roma per i giochi olimpici del 2024? "Ai posteri l' ardua sentenza".
A sentire l' umore dei tanti nostri compaesani e concittadini, in un misto di nervosismo, di rabbia, di rassegnazione e di finta indifferenza, ce se ne può fare una piccola idea.
Ecco alcuni pareri espressi a voce alta:
"Io parlerei di sindrome di Narciso ...".
"Secondo me è il diversivo collaudato e furbetto per distogliere il pensiero della popolazione dai gravi problemi che l' attanagliano ... specialmente in questi giorni di tasse varie".
"Per me è la riproposizione del magna magna sulle grandi opere o i grandi avvenimenti ...".
"E della spartizione della torta tra i soliti ... ".
"E' una promozione di marketing ... che toglierà gli ultimi spiccioli che sono rimasti nelle tasche degli onesti cittadini".
"Per me possono andare tutti (e alla svelta) a ... ... ... "


domenica 14 dicembre 2014

Notiziole di paese

L' autunno quest' anno sembra non finire mai. Se non piove, pioviggina, c'è la nebbia o il cielo è grigio. E vabbè, che cosa ci si puo' fare?
"Nulla, assolutamente nulla! Ma se prendo quei ciarlatani che tempi indietro annunciavano l' imminenza catastrofica del deserto so io cosa fare ...", così si esprimeva un paesano oggi nel pomeriggio, mentre un altro era "nero come un fron" per i soldi che ha dovuto sborsare in questi giorni "per saldare imposte e gabelle varie" sue e dei famigliari, che essendo residenti fuori non hanno neppure "fatto in tempo a vedere le sembianze delle banconote". Infatti dai conti correnti i soldi sono spariti come razzi direttamente nelle casse senza fondo dei vari Enti.
Se poi si butta il discorso sull' IMU sui terreni agricoli, Dio ce ne scampi e liberi: allora il cielo diventa tempestoso e i fulmini in procinto di cadere.
Meglio soprassedere e farsi una briscola alle carte o una bella camminata anche se piove.
P.S. Il Vallicisa ha pareggiato zero a zero.

venerdì 12 dicembre 2014

Mangiari d' Appennino

Tra le tante specialità tradizionali della cucina del nostro Appennino spicca il budino di riso, un alimento completo che ha fatto e ancora fa da primo e da secondo. Mia cugina Tina questa sera ha invitato tutto il gruppo famigliare per mangiarlo insieme ... Buonissimo e molto gradito da tutti!

Appoggiato su questi fornelli, è stato però cotto nel forno della stufa a legna. Considerato il numero dei commensali la Tina ne ha preparati due.

Eccolo in tavola.

giovedì 11 dicembre 2014

Gira e rigira

Nel post di ieri vi dicevo delle file (lunghe) agli sportelli delle varie esattorie. Oggi non è cambiato un granché; gira e rigira il copione è stato lo stesso: numero di conti correnti, sia bancari che postali e portafogli a portata di mano, modelli di pagamento ben esposti, piegati o leggermente stropicciati ... mugugni a non finire, commenti, visi leggermente incavolati, parole bisbigliate e il solito (il solito che esiste in ogni luogo) a ripetere quasi con ossessione: "C' hanno fregato anche stavolta ... e ci fregheranno ancora!".
Preso in mezzo a questa specie di baraonda semi silenziosa ho constatato quasi con un po' di stupito ottimismo che chi aveva appena saldato il conto prendeva "la gabbia" dell' uscita molto più sollevato e una smorfia che non ho capito bene se fosse un sorriso abbozzato, un ghigno d' insoddisfazione o  qualcos' altro, come quello di uno che si aspetta molto in cambio.

mercoledì 10 dicembre 2014

La fila

Questi sono giorni in cui un po' tutti sono in fila. In fila nelle banche, negli uffici postali e in quelli comunali, nei CAF, nei supermercati e nei discount, nei parcheggi e nelle strade. Insomma se si vuole far qualcosa bisogna mettersi in fila o, come dice qualcuno, in coda. Per fare qualcosa? Sì, miei cari amici ... per pagare. Sono tempi di scadenze: c' è la TASI, c' è la TARI, c'è la ... ... E chi più ne ha più ne metta. Almeno dai supermercati si porta a casa qualche fagotto, dagli altri ... soltanto il portafoglio vuoto.

martedì 9 dicembre 2014

Un giacimento di ...

Poiché l' amico Angelo aveva espresso il desiderio di vederlo, oggi pomeriggio ci siamo recati ai Groppi Neri, una località non molto lontana da casa. La curiosità di Angelo era quella di visitare un giacimento affiorante di rame. Siamo stati accompagnati da un vento di tramontana molto forte che scendeva dal crinale. E' sempre interessante potere osservare particolari che la natura ci offre.



Guardando a oriente e a nord-ovest
Il mio berretto strappato dal vento e ritrovato in una piccola conca.

lunedì 8 dicembre 2014

All' insegna ...

All' insegna di un cielo sereno con un bel sole splendente nelle ore diurne e con una bella luna tonda  nell' avanzare del buio è trascorsa la giornata odierna dedicata all' Immacolata. Tuttavia ora il disco lunare si sta velando e le stelle non sono più visibili. Il tempo sta per cambiare? Tornerà a piovere?
Avete visto quanta pioggia è caduta in un anno a Succisa? Oltre 3.000 millimetri, ossia più di tre metri. Davvero un bel record ... da ricordare.

domenica 7 dicembre 2014

Il primo freddo

Stasera comincia a farsi sentire il primo freddo. "Meno male, era ora ... Finalmente!", questi i commenti più diffusi poco fa tra la gente dei nostri monti che spera in temperature più rigide e vento di tramontana.
 C' è anche chi spera (detto in senso metaforico) che "spazzi via un po' di marciume e riporti un po' di dignità alla nazione ...".
"Velleità, né più né meno ... ma non si possono tarpare le ali alla speranza ...".

Granturco (melga) di Succisa.

P.S. Il Vallicisa ha pareggiato 1 a 1 nella partita di oggi.

venerdì 5 dicembre 2014

"C' è acqua e acqua..."

In questi ultimi giorni ho avuto occasione  di incontrare molte persone dei nostri paesi e uno dei primi  argomenti di dialogo è stato quello riferibile all' acqua. Si, perchè da noi la pioggia è chiamata comunemente acqua e con tutta quella che il cielo ci ha inviato è più che naturale che se ne parli.
Tuttavia c' è acqua e acqua ... e quella in oggetto era piuttosto l' acqua che esce dai rubinetti e non solo. Soprattutto il tema  (o il problema) erano i costi.
"Da quando è arrivato il nuovo gestore (Gaia) le bollette sono diventate assai care e per molti utenti montani, nella maggior parte pensionati al minimo, insostenibili".
"Ma la cosa che più fa arrabbiare è la tassa sulla depurazione delle acque reflue ... la depurazione ...".
"Già dove sono e come sono i depuratori?".
Bella domanda ...
-Note di cronaca quotidiana de' LA VOCE DEL MONTE -

giovedì 4 dicembre 2014

Mazzata IMU ...

La voce circolava da qualche tempo e ora si sa che è una realtà. Tutti i terreni agricoli dei comuni montani sotto i 600 metri di altitudine saranno sottoposti all' imposizione IMU. Come riferimento dell' altitudine è presa la collocazione del Municipio e dunque, ad eccezione di Zeri, tutti gli altri comuni della Lunigiana d' ora in avanti non saranno più montani per cui i proprietari di terreni agricoli, ad esclusione di alcuni casi, dovranno pagare l' Imu ... e anche alla svelta.
Visto? Non vi dico per il momento quanta sia l' indignazione che sta montando. Ma, anche alla luce di tutte le ruberie cui si assiste giorno dopo giorno, ai proclami, alle chiacchiere e alle balle che riempiono i programmi dei Media, quale ne sia il livello potrete capirlo da soli.

mercoledì 3 dicembre 2014

Nuove Regioni

Si parla sempre più spesso di un nuovo assetto del quadro regionale italiano. Chissà se alle parole seguiranno i fatti.  Quando si va a discutere di riorganizzazione istituzionale entrano in gioco talmente tanti interessi che di solito alla fine non si conclude nulla o quasi. Il quotidiano LA NAZIONE di oggi riporta tre proposte, tutte autorevolmente patrocinate, di riassetto delle Regioni che, come tutti sanno, sono 20. Per quel che riguarda il nostro territorio, una proposta prevede 11 zone, o macroregioni, con Toscana, Emilia Romagna e parte delle Marche in un corpo unico; un' altra prevede 5 zone e mette la Toscana con l' Umbria, il Lazio e buona parte delle Marche; un' altra ancora propone 12 macroregioni e piazza la Toscana con l' Umbria.
Voi che opinione avete?

martedì 2 dicembre 2014

Attraverso la Valle del Verde

Nel primo pomeriggio ho fatto un giro nella Valle del Verde per verificare alcuni dettagli facenti parte di una ricerca storica di cui mi sto occupando. Volevo raggiungere Cervara, ma non sapendo che il ponte sul Verde a Cadugo era intransitabile, mi sono dovuto fermare e tornare indietro. Solo al ritorno ho fatto caso al segnale di interruzione della strada che era al bivio di Guinadi. Ho fatto delle foto e ve ne mostro qualcuna. Mi sono poi fermato a salutare l' amico Marcello a Grondola.







lunedì 1 dicembre 2014

Ma le nubi ...

Ma le nubi non mollano e noi siamo sempre a bagnomaria. La notte scorsa siamo stati svegliati bruscamente da saette e tuoni a ripetizione; per fortuna non è piovuto forte come si poteva prevedere e stamattina ci siamo svegliati con la nebbia. E' evidente che i lavori all' aperto non sono possibili e così trascorro la maggior parte del tempo in attività di riordino di scartoffie varie, di ricerca e (diciamo) anche creative. Talora non tutto torna facile; ad esempio, il riposizionamento di un' immagine nel libro che stiamo ormai finendo di impaginare mi ha fatto tribolare non poco.
Per gli interessati darò due buone notizie.
-Don Tonino, dopo l' assenza per una seria indisposizione, è tornato a celebrare la S. Messa a Succisa coadiuvato dal diacono Marzio. E' stato accolto con affetto e grande calore dai fedeli presenti.
-Il Vallicisa, visti i risultati delle partite, è ora secondo in classifica.